fbpx

Sedazione cosciente: come superare la paura dal dentista

fluoroprofilassi nel bambino
L’importanza della figura del dentista nella fluoroprofilassi nel bambino
24 July 2018
ortodonzia-dei-bambini-prevenzione-dentaria
Ortodonzia dei bambini e prevenzione dentaria
16 October 2018
Mostra

Sedazione cosciente: come superare la paura dal dentista

Sedazione-cosciente

Cos’è la sedazione cosciente?

Si tratta di una tecnica farmacologica di sedazione che, grazie alla presenza di un medico specialista in anestesia e rianimazione, consente di affrontare senza paura, ansia o stress ogni tipo di intervento odontoiatrico, anche il più complesso.

Si chiama “sedazione cosciente” proprio perchè permette al paziente rilassato di rimanere in uno stato di veglia, consentendo la collaborazione con lo staff medico.

 

In cosa consiste e quali farmaci vengono usati per la sedazione cosciente?

I farmaci che vengono somministrati sono farmaci del tutto sicuri: nei casi più semplici si tratta di un comune tranquillante per bocca (per esempio farmaci come le benzodiazepine); per interventi più lunghi e laboriosi si può scegliere di potenziare l’effetto sedativo tramite la via endovenosa, per lenta perfusione, dove potranno essere somministrati in aggiunta anche antidolorifici, che consentiranno di non avvertire alcun dolore neppure per alcune ore successive all’infusione dei farmaci.

Ogni paziente verrà valutato singolarmente dall’anestesista in base alla propria storia medica (allergie, intolleranze, altre terapie farmacologiche per disturbi di salute di vario genere), e contattato telefonicamente anche al termine della seduta per accertare il buon esito della prestazione.

Cosa garantisce questa tecnica dal dentista?

  • Nessun fastidio durante l’esecuzione dell’anestesia
  • Collaborazione massima con il dentista e sensazione di benessere
  • Nessun episodio spiacevole o sensazione di vomito
  • Il tempo sembrerà scorrere molto più rapidamente

INOLTRE

  • Verranno costantemente tenuti monitorati i parametri vitali come pressione arteriosa, battito cardiaco e frequenza respiratoria
  • Nessun ricordo spiacevole al termine dell’intervento, accompagnati dalla piacevole sensazione di non aver sentito dolore

Esistono controindicazioni alla sedazione cosciente?

Non esistono controindicazioni alla sedazione cosciente.

Ogni paziente è tenuto ad informare lo staff medico se soffre di allergie o intolleranze a particolari farmaci, che verrano valutati dall’anestesista caso per caso.

Vi sono delle precauzioni o avvertenze dopo un intervento in sedazione cosciente?

Dopo l’intervento è richiesto di farsi accompagnare a casa, evitando l’uso di veicoli.

Questo perchè i farmaci ansiolitici ed antidolorifici, ancora in circolo nel sangue, potrebbero alterare in modo negativo i riflessi.

Dopo l’intervento sentirò dolore?

Già prima dell’intervento il protocollo terapeutico prevede l’assunzione di antidolorifici e/o antibiotici in modo da attuare una profilassi sull’eventuale infiammazione e controllo del dolore post- operatorio.

Terminato l’intervento, il medico anestesista consiglierà l’assunzione di farmaci antinfiammatori ad intervalli regolari (8-12 ore), garantendo così il controllo di un eventuale disconfort post intervento.